domenica 18 febbraio 2018

Avvelenamento doloso: il PM Riccardo Ghio chiede 16 anni di reclusione per Solvay.

 
Prossima udienza in Corte d’Assise d’Appello di Torino. Dell’appellata sentenza di primo grado - ingiusta verso l’ambiente, le vittime e le generazioni future, squilibrata e sbagliata sul piano tecnico giuridico, mortificante sul piano etico e morale - clicca qui l’analisi della Sezione di Alessandria di Medicina Democratica Movimento di lotta per la salute. Lino Balza è rappresentato dall’avvocato Massimo Martinelli.

28 febbraio ultimo giorno per votare il Premio Attila.

Premio Attila Alessandria 2017
Ad imperitura memoria dei nostri figli peggiori

Per le modalità di voto: clicca qui.

L’Ordine nazionale dei Biologi italiani celebra i suoi cinquant’anni con il convegno “Le nuove frontiere della biologia”.


Il presidente Vincenzo D'Anna si difende: Non è giusto etichettare come no VAX il convegno.

Cancro in aumento in Piemonte, 90 al giorno.


Quanto influisce l’inquinamento urbano, che vede i Comuni piemontesi in testa alle classifiche nazionali? Ad Alessandria (per 103 giorni fuorilegge nel 2017) non si preoccupano né la Giunta né la Magistratura: clicca qui Valentina Frezzato.

Mezzo dietrofront della Regione Toscana sulle centrali geotermiche?

Una decisione ancora tutta da verificare sul campo. Gli ambientalisti della Rete NoGesi sempre sul piede di guerra. Clicca qui Riccardo Chiari.

L’equazione geotermico = energia pulita e rinnovabile ha perso i suoi connotati di dogma. Proposta di moratoria sulle perforazioni: clicca qui Aldo Carra.

Stop al MOSE, inutile e dannoso.

Non è mai troppo tardi. Perché è un delitto ultimare un’opera sbagliata che si sa già che non raggiungerà gli obbiettivi per cui è stata concepita e che comporterà ingenti oneri di manutenzione e gestione nei prossimi 100 anni. Clicca qui Armando Danella.

Aumentano i morti sul lavoro, diminuiscono i controlli.


Favorite dal Jobs Act, per risparmiare i costi diminuite anche nel 2017 le ispezioni per scovare violazioni alla sicurezza e lavoro nero. Mille morti all’anno per omicidi bianchi. 3,7 milioni di occupati irregolari. Anche per il 2018 il nuovo ente del governo, Ispettorato nazionale del lavoro, è contestato come efficacia da Inps, Inail e sindacati.

Uova di Pasqua a sostegno della città martire di Cizre, la Guernica kurda.


Le uova sono disponibili presso la sede di Alessandria dell’Associazione Verso il Kurdistan, in via Mazzini118. Clicca qui.

Presentazione con dibattito del libro QUELLI DELLE CAUSE VINTE.


Il 23 febbraio a Torino, con Michele Boato ne discutono Enzo Ferrara del Centro Sereno Regis, Lino Balza (autore di vari capitoli) e Barbara Tartaglione di Medicina Democratica, Emilio Del Mastro di Pro Natura, Elena Camino dell’Ecoistituto del Piemonte, Marinella Correggia autrice della prefazione e di vari capitoli del libro, Liza Binelli co-autrice su val Bormida, Mirta Da Pra del Gruppo Abele, Federico Valerio di Italia Nostra ed Ecoistituto di Genova, Oreste Magni dell’Ecoistituto della Valle del Ticino. Clicca qui

Ambiente e salute nel terzo millennio.

Fra inquinamento, cambiamenti climatici e disuguaglianze economiche. Clicca qui il programma del convegno ISDE.

Ludmila, la bambina con il glifosato nel sangue.

Da più di un mese la bambina lotta fra la vita e la morte. Tutto il paese dove vive è avvelenato dai pesticidi dell'azienda. Clicca qui

sabato 17 febbraio 2018

Visitano gratis persone in difficoltà e profughi.

http://torino.repubblica.it/cronaca/2018/02/17/news/borgomanero_23_primari_in_pensione_visitano_gratuitamente_le_persone_in_difficolta_-189088582/

No megadiscarica di amianto a Salussola (Biella).


Dalla Valsusa le prossime iniziative No Tav.

Clicca qui iniziative, processi, sfratti, curdi, migranti, assemblee SI Cobas, Contrade, Assemblea21, Etinomia, Napoli e aggiornamenti

Numero di febbraio dell'Associazione Medici per l'Ambiente ISDE Italia (Numero di febbraio dell'Associazione Medici per l'Ambiente ISDE Italia)


Quei Dirigenti Scolastici hanno offeso milioni di ragazzi e le loro famiglie.

Nei loro Rapporti di Autovalutazione hanno presentato come punto di forza dei loro istituti il ridottissimo numero di iscritti stranieri, disabili e poveri: hanno disatteso quanto indicato dalle Leggi e offeso ragazzi e famiglie (continua...)

Il voto dei cittadini con disabilità intellettive e disturbi del neurosviluppo.

Di fatto, queste persone vengono ancora escluse dal diritto. (continua...)

mercoledì 14 febbraio 2018

La nonviolenza non penalizza mai il Movimento di Lotta.

 
Siamo apertamente schierati con i Movimenti di lotta contro i Tav, compreso il Tav Terzo Valico: inutile, costoso e dannoso, dannoso per l’ambiente e la salute ma anche per le casse dello Stato (tangenti). Però dissentiamo da sempre –come controproducenti la giusta lotta- con i metodi di lotta violenti, quali ipotizzati nelle notifiche della Procura di Alessandria nei confronti di 50 (o 150?) attivisti: “scontri”, “lancio di pietre e bombe carta”, “ferimento di poliziotti e carabinieri”. La nostra personale storia di lotte è condensata nel titolo del nostro Blog “Rete ambientalista. Movimenti di lotta per la salute, l’ambiente, la pace e la nonviolenza”. La nonviolenza attiva, ghandiana, è rifiuto di ogni atto di violenza ma è tutt’altro che codardia, non è rassegnazione passiva, è conflitto, è rivolta, è rivoluzione permanente, è l’equivalente morale della guerra, è un metodo di lotta politica e sociale molto più efficace della violenza, la quale invece di regola si risolve nel duplicare la violenza altrui, nel giustificarla, nel favorire la repressione e la reazione popolare, nella sconfitta finale delle cause giuste (come avviene anche con il terrorismo internazionale). La non violenza non è passività, tutt’altro. Ha come unico limite non ledere fisicamente i rappresentanti e i sostenitori diretti e indiretti del potere cui si oppone (compreso chi a casaccio ti sferra una manganellata in testa). Per il resto tutti gli strumenti (198 tecniche) sono ammessi. Da quelli individuali: preghiera, persuasione, dialogo, digiuno, autoincendio religioso, obiezione di coscienza, non collaborazione. A quelli collettivi: non collaborazione sociale economica politica, disobbedienza civile, marcia, corteo, sciopero, resistenza passiva, boicottaggio economico, blocco della circolazione stradale e ferroviaria, blocco dei cantieri, occupazioni, sabotaggio… E se vengono ritenuti atti illegali dal potere, pazienza, paghiamo sulla nostra pelle. Sì, anche sabotaggio: danno o distruzione contro il funzionamento di un servizio o di un’industria, oltre il limite della legalità. “E’ una tecnica della nonviolenza?” si chiede Aldo Capitini. “È una misura estrema” risponde “ la quale esige che il danno procurato sia inferiore al danno apportato dal servizio, e che non vi sia nessun rischio per esseri viventi, particolarmente umani”. Tra i reati ipotizzati dalla Procura di Alessandria dunque riteniamo rientrino nelle tecniche della nonviolenza alle quali hanno partecipato migliaia di persone: “distruzione di reti con pinze, tronchetti e flessibili a batteria”, “occupazione di proprietà privata”, “occupazioni di consigli comunali” et similia , sicuramente non “scontri”, “bombe carta”, “ferimento di poliziotti e carabinieri”.

Clicca qui Massimo Numa "Gli scontri tra 2014 e 2015, coinvolte decine di attivisti"
Clicca qui Agorà Magazine "Quale ambiente muove in campagna elettorale? Ilva e terzo valico, processi e silenzi"
Clicca qui Pennatagliente "La nonviolenza non penalizza mai il Movimento di Lotta"
Clicca qui La Stampa "Contro il Terzo Valico ma anche contro la violenza"
Clicca qui Gianpiero Carbone “Area cantiere fu occupata. In cinquanta sott’inchiesta”.
Clicca qui Mao Valpiana "A 70 anni dalla morte di Ghandi e 50 di Capitini"

sabato 10 febbraio 2018

I militari uccisi da uranio e amianto.

La commissione di inchiesta parlamentare denuncia le forze armate alla Procura: non c’è solo l’uranio impoverito ma anche l’asbesto. (clicca qui)

Rompere la cappa di silenzio su Nato e nucleare, che non sono temi elettorali.

Le domande (del Comitato No Guerra No Nato) da porre ai candidati:
1) Lei è favorevole all’uscita dell’Italia dalla Nato?
2) Lei è favorevole all’immediata rimozione dall’Italia delle armi nucleari Usa? Cioè Lei si impegna, nella prossima legislatura, per l’immediata rimozione dall’Italia delle bombe nucleari Usa B-61 e per la non installazione delle B-61-12?

Il Movimento per l’acqua a dieci anni dalla sua nascita.

 
Il Movimento per l’acqua a dieci anni dalla sua nascita ha prodotto (scaricabile al link) un documento per definire a 360° la cornice dentro cui si muove il suo percorso.
Clicca qui un commento critico “Una sconfitta epocale” tratto da “Ambiente Delitto Perfetto” (Lino Balza – Barbara Tartaglione. Prefazione di Giorgio Nebbia. Pagg. 518. Terza edizione).

La resistenza curda combatte per l'umanità.


L'altra faccia del terrorismo.


PFOA: cercasi scienziati per studio su salute.

La Regione Veneto vara un bando: clicca qui.

Non esiste il reato di dolo nel codice penale italiano?

Per l’ennesima volta parrebbe di no (cfr. Ambiente Delitto Perfetto di Barbara Tartaglione e Lino Balza), considerata la sentenza del processo per l’omessa bonifica del Sito di interesse nazionale di Bagnoli, conclusosi con 6 condanne per disastro ambientale colposo e non doloso, dunque con pene fino a 4 anni, ovviamente nell’ombra della prescrizione. Già prescritto il reato di traffico illecito di rifiuti. Per la omessa anzi peggiorata bonifica e la truffa sono morti e stanno ammalandosi gli abitanti mentre il danno erariale è stato di oltre 100 milioni. Tra i “colpevoli”: amministratori PD e Arpa. Occorre cominciare da capo la bonifica sbandierata da Renzi: commenta il Comitato di Bagnoli.

Ennesimo incidente sul lavoro in Lombardia, appena seppelliti i quattro operai della Lamina di Milano.

Ustionati gravemente gli operai e intossicati anche i cittadini di Bulgarograsso (Como). All’esplosione dei serbatoi solventi dell’Ecosfera intervenute dieci squadre di vigili del fuoco, dodici ambulanze e l’elisoccorso.

venerdì 9 febbraio 2018

Perché vietare il glifosato.

A questo indirizzo (http://www.fivedabliu.it/2018/02/08/glifosate-tutto-quello-che-devi-sapere-sullerbicida-piu-diffuso-al-mondo/) potrete scaricare le interviste di Gianni Tamino e Stefano Chellini, relatori al Seminario “Evidenze scientifiche per il divieto del glifosato, alternative per il diserbo” organizzato da Ecoistituto RE-GE il 6 febbraio 2018

Processo d'Appello per l'amianto Olivetti a Torino.

In primo grado erano stati condannati per omicidio Carlo e Franco De Benedetti e Corrado Passera. Intanto la Procura ha aperto un secondo fascicolo per altre 12 morti da mesotelioma.

giovedì 8 febbraio 2018

I maxi "processi gemelli" per l'avvelenamento falde di Alessandria e Pescara proseguono sui rispettivi binari.

Per la catastrofe ecosanitaria di Spinetta Marengo, a Torino il presidente della Corte d’Assise d’Appello, Fabrizio Pasi, punta alla sentenza prima dell’estate. Ma non sono esclusi clamorosi interventi dilatori da parte belga: l’avvocato di Solvay ha infatti deferito al Consiglio Superiore della Magistratura il Pubblico Ministero addirittura per concussione nell’ambito di una presunta associazione a delinquere dedita anche a tangenti, mentre per queste accuse diffamatorie lo stesso avvocato dovrà rispondere alla Procura della Repubblica di Milano.
Per quella di Bussi sul Tirino, a Roma il Consiglio Superiore della Magistratura il 2 marzo “processa” il presidente del tribunale, Camillo Romandini, dopo la sospetta sentenza di assoluzione poi ribaltata in Appello all’Aquila.

Clicca qui Rete Ambientalista “Code velenose a Torino”.
Clicca qui Silvana Mossano “Vertici di Solvay e Ausimont sotto accusa”.
Clicca qui Antonella Mascali e Antonio Massari “Processo al giudice del disastro: pressioni sui giurati”.
Clicca qui Alessandrianews "Processo polo chimico Spinetta ammesse nuovamente le parti civili"
Clicca qui TG Vallesusa "Solvay di Spinetta Marengo processo il 7 febbraio"
Clicca qui Alessandria Oggi che pubblica una velina vanagloriosa e falsa di un ex sindaco condannato a tre anni con affidamento ai lavori (finalmente) socialmente utili.
Clicca qui Monica Gasparini "Spinetta, area ancora pesantemente inquinata"

Il nostro “voto”? lo sciopero delle donne l’8 marzo!


Il Premio Attila al peggior programma elettorale sui temi ecopacifisti.

Premio Attila Alessandria 2017
Ad imperitura memoria dei nostri figli peggiori

Per le modalità di voto (entro e non oltre il 28 febbraio): clicca qui.
Quale ausilio per la tua scelta, puoi consultare (clicca qui) una elaborazione dei programmi elettorali redatta dalla Lista Disarmo.

Il diritto ad un ambiente non compromesso.


Piccolo mercatino agri-bio e artigianato autoprodotto.


Antifascismo, Iniziative NOTAV e proiezione QUI, Corteo per Afrin, Assemblea21, rifiuti e aggiornamenti

Clicca qui Doriella e Renato.

Meglio un figlio ammalato che un sindaco ambientalista.

Si sprecano i titoli sui giornali: “Alessandria medaglia di bronzo in Italia per lo smog”, “Inefficaci le (finte n.d.r.) chiusure al traffico auto”, “Alessandria fuorilegge”. Sono i sindaci di Alessandria ad essere fuorilegge. Per tutti, ne abbiamo denunciato uno ma… Gup e cittadini non sono d’accordo (continua)

La legge consente ai cani guida di andare ovunque, tanto più in un luogo di cura.

L’ultima discriminazione è opera addirittura di un oculista dell’ASL. (continua...)

Troppo pochi i candidati con disabilità.

Ecco un primo elenco: votateli. (continua...)

Giornata Mondiale dell’Epilessia 2018.

Una delle malattie neurologiche più diffuse del mondo. (continua...)

Non si può più trascurare la violenza sulle donne con disabilità.

Un tema non più rinviabile (continua...)

Un questionario per migliorare le terapie della sarcoidosi.

Può essere compilato entro il 23 febbraio. (continua...)

Chi intende veramente salvare la Sanità Pubblica?

A un mese dalle elezioni il destino della Sanità Pubblica non sembra trovare spazio nel dibattito tra gli schieramenti in campo. (continua...)

Una borsa di studio per diventare professionisti in àmbito di sordità infantile.

Il 28 febbraio è la scadenza del nuovo bando. (continua...)

Perché Confindustria, Cgil e Cisl difendono la fabbrica di morte in Sardegna?

La fabbrica tedesca RWM fornisce le bombe che stanno massacrando il popolo yemenita. Clicca qui il comitato riconversione RWM per la pace, il lavoro sostenibile, la riconversione dell’industria bellica, il disarmo, la partecipazione civica a processi di cambiamento, la valorizzazione del patrimonio ambientale e sociale del Sulcis-Iglesiente.

martedì 6 febbraio 2018

Proposta risolutiva per eliminare il PM10 ad Alessandria.

Grande attenzione in consiglio comunale.

E’ demenziale la mozione per abbattere le polveri sottili presentata in consiglio comunale di Alessandria dai consiglieri cinquestelle Michelangelo Serra e Francesco Gentiluomo. Avendo individuato la sosta selvaggia di auto all’entrata delle scuole come causa dei PM10 (la città è al terzo posto in Italia per superamento annuale dei limiti di legge:103 giorni), hanno proposto autobus umani e bus a due ruote, in latino maccheronico suonano meglio: “pedibus” e “bicibus”. Vere e proprie alternative alle obsolete proposte ambientaliste di trasporti pubblici, isole pedonali e piste ciclabili. Col pedibus gli scolari con giacchette fluorescenti formano una carovana e incolonnati fanno tappe fino alle rispettive scuole. Più sono piccoli e più si offrono all’altezza dei tubi di scarico delle auto. Col “bicibus” invece si forma un treno di ciclisti con casco e pettorina che trattenendo il respiro fanno lo slalom tra le macchine. Per Alessandria più che demenziale è criminale. A meno che non si preveda che negli orari di entrata e uscita alunni venga totalmente bloccato il traffico su tutto il territorio comunale. Che sia questo l’obbiettivo recondito degli astuti pentastellati?

domenica 4 febbraio 2018

Processo per il disastro ecosanitario alla Solvay di Spinetta Marengo.

Il J'accuse di Lino Balza in Tribunale

Il 7 febbraio in Corte di Appello di Torino si apre uno dei processi ambientali più importanti d’Italia, “gemello” di quello di Bussi nel frattempo già deciso in secondo grado.

La sentenza di primo grado ha lasciato code velenose: spicca la clamorosa spaccatura dentro Medicina Democratica, con la Sezione di Alessandria che accusa di tradimento la Presidenza per non aver fatto ricorso in Appello a fianco del PM e aver abbandonato le vittime parti civili: clicca qui.

Sull’iter processuale di Torino invece potranno interferire, incrociandosi, due altri procedimenti giudiziari. L’avvocato di Solvay ha infatti deferito al Consiglio Superiore della Magistratura il Pubblico Ministero addirittura per concussione nell’ambito di una presunta associazione a delinquere dedita anche a tangenti, mentre per queste accuse presumibilmente diffamatorie lo stesso avvocato dovrà rispondere alla Procura della Repubblica di Milano. (continua)

Strangolata la sanità pubblica.

Dal 2009 al 2016, in otto anni 45mila medici e infermieri in meno. Non resta altro che fare le code o rivolgersi al privato o rinunciare a visite e cure.

Avviato il voto per il Premio Attila.

 
Premio Attila Alessandria 2017
Ad imperitura memoria dei nostri figli peggiori

Quest’anno è dedicato al peggior programma elettorale sui temi ambiente salute pace nonviolenza (clicca qui).

Riportiamo alcuni giudizi autorevoli:

Michele Boato (economista, ecopacifista): “ Sono allibito che i 5stelle nel Veneto candidano il peggior (ex magistrato) "ambientalista" che io abbia conosciuto, Antonino Abrami. E che Liberi e Uguali abbiano invece lasciato a casa Felice Casson”.

Ermete Realacci (presidente onorario Legambiente): “Matteo Renzi è convinto che il tema (mondiale) della sfida ambientale non sia centrale e non sia pagante dal punto di vista elettorale”.

Alex Zanotelli (missionario comboniano): “È il tradimento del Referendum da parte di tutti i partiti. È in particolare il tradimento del Pd che ha continuato con la sua politica di privatizzazione dell’acqua, ma anche dei Cinque Stelle, nati dalla lotta contro la privatizzazione dell’acqua, incapaci a Roma come a Torino a ripubblicizzare l’acqua. La prima cosa che tutti dobbiamo fare è quella di riportare il tema dell’acqua nell’attuale campagna elettorale, chiedendo a ogni politico e ogni partito di esprimersi su questo tema vitale.”

Lino Balza: “I Comitati dovrebbero fare campagna elettorale per i partiti che nel programma si sono impegnati e a bloccare i Tav Valsusa e Terzo Valico”.

Marco Caldiroli (vicepresidente di Medicina democratica): “Medicina democratica non può diventare un trampolino di lancio elettorale per SiAmo, la lista del socio fondatore Dario Miedico radiato dall’ordine dei Medici per la sua posizione sui vaccini”.

Federico Pizzarotti (sindaco di Parma): “L’ambiente è il tema elettorale dimenticato. Eppure era una delle bandiere del M5S. Accantonato da Di Maio per temi di più facile consenso mediatico”.

Natangelo si propone per vignetta-premio a Berlusconi:


Alternative al diserbo con il glifosato.


Verso un'agricoltura bioregionale contadina.

Incontro a Vignola il 3 febbraio 2018 : clicca qui. Riportare l'attenzione sui temi agricoli alternativi, scambiare esperienze di: biodiversità vegetale e animale; di biodiversità degli uomini; di biodiversità rurale dell’appennino e della altre zone svantaggiate e marginali del territorio; di biodiversità delle acque; di biodiversità tra ghiaia e bitume; di biodiversità dei contadini; di biodiversità per la crescita personale; di biodiversità delle foreste.

Smartphone e tablet che vedono al posto tuo.

Una nuova applicazione gratuita per smartphone e tablet permette alle persone con ridotta capacità visiva di muoversi autonomamente nelle aree urbane, sia a piedi che con i mezzi pubblici (continua...)

Nebbia ed Ercolini su "Tera e Aqua".

Se clicchi qui:  ti appare (dal sito www.ecoistituto-italia.org, curato dall’Ecoistituto del Veneto) il numero di febbraio marzo.

senzatomica.


Clicca qui Mostra senzatomica a Torino

Si apre a Milano l'ennesimo processo assolutorio per l'amianto.

Contro 5 dirigenti del Teatro della Scala accusati della morte di 10 lavoratori. Un altro processo di cui non beneficeranno i risarcimenti alle vittime ma le parcelle degli avvocati. Intanto di amianto migliaia di persone continuano ad ammalarsi e morire fra l’indifferenza generale delle Istituzioni e dei partiti. Senza bonifiche si continuerà a morire e a frequentare i tribunali.

Aggiornamenti dalla Valsusa.

Città, Nanni Salio, iniziative NOTAV, antifascismo, Babele di semi, Curdi, Beni comuni, Dibattito pubblico e aggiornamenti.. Clicca qui Doriella e Renato.

A Gaza stanno chiudendo gli ospedali.

Un contributo volontario può tenere aperte 4 maternità con cure intensive neonatali. Non c’è tempo da perdere. Clicca qui.

sabato 3 febbraio 2018

La Rete dei Comitati Milanesi.

di Roberto Prina ( roberto.prina@fastwebnet.it ) ha pubblicato
  1. RETE Ambientalista - Vota il peggior programma elettorale.
  2. RETE Ambientalista - In troppi programmi elettorali manca un NO preciso: bloccheremo le grandi opere. E l'acqua pubblica?

Percorsi innovativi per l’autismo e altre disabilità intellettive.

Nel nostro Paese è già in atto una rivoluzione nell’àmbito della terapia per adolescenti e giovani adulti con autismo e disabilità intellettive, con varie esperienze innovative connotate dall’applicazione dei princìpi della scienza del comportamento, in contesti sociali, clinici, educativi, abilitativi. (continua...)

Video shock su pulcini in allevamento intensivo.

http://www.ansa.it/canale_ambiente/notizie/animali/2018/01/31/video-shock-su-pulcini-in-allevamento-intensivo_a8dbb9f4-f5ba-4085-8fcf-a1e9c50ccdd8.html

Il genocidio dell'Amiata.

 
Avvelenare lentamente le popolazioni con mercurio e quant’altro per sperimentare la resistenza umana. Più sofisticati dei nazisti. Guarda il video con il geologo Andrea Borgia.

martedì 30 gennaio 2018

E' uscita la rivista semestrale di Medicina democratica.


Il Premio Attila al peggior programma elettorale. Vota.

Sezione provinciale di Alessandria
Premio Attila Alessandria 2017
Ad imperitura memoria dei nostri figli peggiori

Nel 2017 si è conclusa una legislatura parlamentare assai negativa per l’ambiente, la salute e la pace. I cittadini l’hanno pagata sulla loro pelle anche se nei territori i Movimenti non hanno mai smesso di lottare. I programmi elettorali lasciano sperare in meglio? Giudichiamoli assegnando quest’anno il Premio Attila al peggior programma sui temi ecopacifisti. Inviando mail a
alessandriamd@gmail.com , oppure sul nostro gruppo facebook
invitiamo i nostri 200mila lettori mensili del blog e i 18mila settimanali della mailinglist e i circa 7mila membri del nostro gruppo facebook a votare entro e non oltre il 28 febbraio 
indicando 
il simbolo del partito e possibilmente le motivazioni di merito: le pubblicheremo di settimana in settimana sulla mailinglist, (eventualmente assicurando l’anonimato). Quest’anno il premio consisterà in una targa disegnata da un famosissimo vignettista.

Acqua in movimento: per il diritto all'acqua, per il diritto al futuro.


Una carovana partirà dai territori e giungerà a Roma in occasione della Giornata Mondiale dell'Acqua. 1 febbraio – 25 marzo 2018. Clicca qui il comunicato del Forum italiano dei Movimenti per l’acqua.

Valle Bormida Pulita contro la Banda Bassotti.


A 70 anni dalla morte di Gandhi e 50 di Capitini.

Riflessione sulla violenza fisica, verbale, sessuale, mafiosa, fascista, razzista, economica, psicologica, personale, ambientale, sociale, di stato...
Clicca qui Mao Valpiana: Dal mahatma Ghandi al papa Francesco.

lunedì 29 gennaio 2018

Quanto sono dannosi i sostituti del PFOA.

Dopo la grande campagna nazionale della Sezione alessandrina di Medicina democratica, i PFOA della Solvay di Spinetta Marengo sono stati sostituiti da ADV e C6O4. Secondo un nuovo studio condotto da ricercatori del Cedars-Sinai Medical Center di Los Angeles (clicca qui), si conferma: “ I Pfoa sono stati in gran parte eliminati, ma le aziende chimiche li hanno sostituiti con composti che non sono stati adeguatamente studiati per la loro capacità di distruggere gli ormoni”. L’ASL di Alessandria, benché a lungo sollecitata, non ha pubblicamente fornito i risultati delle analisi per queste sostanze presenti nel sangue sicuramente dei lavoratori e probabilmente dei cittadini. Né ha indagato e garantito sulla pericolosità dei sostituti. Clicca qui: Che cosa sono i Pfas.

domenica 28 gennaio 2018

"Stop alle 'Grandi Opere' a partire dalla TAV in Val di Susa, alla TAP in Salento, al MOSE..."

E’ compreso nel Programma elettorale di “Potere al Popolo!”, al capitolo ‘Ambiente’ (clicca qui)

Giorno della memoria. Lo stereotipo italiani brava gente non è del tutto falso.

“…Purtroppo nell’autunno 1943 Remo fu arrestato e tradotto nelle carceri alessandrine in attesa di essere istradato verso il nulla. Mio padre riuscì a nascondere la moglie Emma nella cascina Raviaro molto isolata la Bormida a due chilometri dal paese verso Castelspina, e fece passare Piero come suo figlio, abituandolo a farsi chiamare papà, e a far chiamare mamma la mia futura madre. Naturalmente a Castellazzo tutti sapevano tutto, ma nessuno disse nulla, compresi i carabinieri e i fascisti castellazzesi, per cui credo che lo stereotipo italiani brava gente non sia del tutto falso…”. Un ricordo di Gian Domenico Zucca: clicca qui

Care lettrici, cari lettori.

Inviarvi una mail almeno settimanale con più di 18mila destinatari ci costa tanto lavoro ma ci procura altrettanta soddisfazione. La mailinglist, alla stregua del Blog Rete Ambientalista Movimenti di lotta per la salute l’ambiente la pace e la nonviolenza (800 “Post” nel 2017, 200mila accessi al mese) , è infatti impegnata a dare voce alle esperienze e alle lotte dei Movimenti non solo italiani, insomma a “fare rete” per essere più forti. Fare Rete significa anche la ricaduta sul gruppo Facebook (7.021 membri), canale Youtube (4.019 visualizzazioni), Twitter, organi di informazione cartacei e on line. Ci sembra, dai riscontri, che la mailinglist stia assolvendo il proprio impegno (ma dovrà rafforzarsi ulteriormente: con il contributo di tutti). Se la stragrande maggioranza dei 18mila amici (una minoranza è composta da nemici, che ci seguono solo per tenerci d’occhio) è d’accordo con i suddetti giudizi, essa deve considerare che il servizio della mailinglist costa 439,20 euro l’anno, cioè 2,44 centesimi cadauno utente. Lino Balza  e Barbara Tartaglione non andranno in malora se continueranno a tirare fuori 439,20 euro dalle proprie tasche, però ci sembra solidalmente ed empaticamente importante che tutti partecipino. Proponiamo dunque una sottoscrizione. Ciascuna non potrà tecnicamente essere di 2,44 centesimi. Dunque proponiamo che l’eccedenza di 439,20 euro sia devoluta alla “Ricerca per la cura del mesotelioma”. Anzi, che l’intera sottoscrizione sia donata. E’ una missione che noi due stiamo assolvendo da anni, stampando a nostre spese i nostri libri e beneficiando interamente il ricavato a questa Istituzione: sono migliaia i morti di amianto e sono migliaia le morti attese nei prossimi anni (il picco nel 2025) causate dal mesotelioma, per il quale non sono ancora state trovate cure. Gli estremi bancari sono BPM Alessandria IBAN IT25R0558410400000000002329 (specificare causale)

Pubblicità elettorale ambientalista.

Daniele Borioli è candidato PD al Senato. Ottimi motivi per non votarlo: è strenuo avversario dei No Tav e degli antinuclearisti, nonché ostinato sostenitore degli inceneritori. Numerosi episodi del suo infausto carrierismo politico si trovano documentati sia sul primo che sul secondo volume di “L’avventurosa storia del giornalismo di Lino Balza”.

I soldi del settore idrico sottratti agli investimenti e distribuiti ai privati e consiglieri.

 

Il Comitato provinciale Acqua Pubblica Torino inizia la campagna per la soppressione dell’Autorità che determina le tariffe di luce, gas, acqua e rifiuti. Scarica il volantino: FRONTE e RETRO

Non stiamo in attesa messianica di un "governo amico".

Nell’ambito del dibattito Notav sulla eventuale partecipazione attiva dei Movimenti alla campagna elettorale, si può inserire l’intervento di Livio Pepino (clicca qui) che conclude: “ Le decisioni del Governo francese aprono nuovi scenari anche per l’Italia. Non si tratta dell’attesa messianica di un ‘Governo amico’ che probabilmente non ci sarà, né a breve né a medio termine. Ma della convinzione che tenere alta la mobilitazione e aperta la partita anche sul versante istituzionale sarà, forse prima di quanto si pensi, pagante”.
Clicca qui Lino Balza "Terzo Valico, comitati ed elezioni politiche"

sabato 27 gennaio 2018

Razza bianca vs buonisti e abbronzati.


Piervittorio Ciccaglioni, assessore (ovviamente leghista) di Alessandria: “Ci attendiamo dai soliti buonisti del cazzo veglie di preghiera e fiaccolate solidali nei confronti degli abbronzati palestrati pericolosi posteggiatori abusivi quando, con lo strumento del Daspo urbano, li rispediremo a casa loro. Per ora, constato che proprio i buonisti del cazzo (Onlus e Caritas in primis n.d.r.) sono coloro che alimentano questo mercato abusivo. Occorre punire severamente anche loro, senza se e senza ma” tagliandogli i fondi. Nota bene: è neo assessore… alle politiche sociali, in sostituzione di uno (ovviamente leghista) stressato da troppe ronde notturne travestito da vigile. 

Tre milioni di pendolari a rischio ogni giorno.

 
Ma i soldi ci sono per i Tav inutili costosi dannosi.
 
 
 

Riaffermiamo la centralità dei territori.

 
Sabato 3 febbraio Palazzo Panariti a Lamezia Terme l’assemblea sarà anche tappa regionale della CAROVANA NAZIONALE DELL’ACQUA che attraverserà vari territori e proverà a costruire un percorso di mobilitazione che si concluderà il 25 marzo a Roma con un momento nazionale.

Il business dei rifiuti tossici della Solvay.

Guadagna due volte: vende il bicarbonato “vergine” agli inceneritori, e lo riprende inquinato. Presenta un progetto di raddoppio dell’impianto per trattamento dei prodotti sodici derivanti dal trattamento dei fumi degli inceneritori, delle centrali elettriche a carbone, degli impianti siderurgici e di altre attività ad elevato impatto. La Sezione di Medicina democratica di Livorno chiede la Valutazione di impatto ambientale: “I rifiuti contengono elevate contaminazioni di metalli pesanti e microinquinanti organici (tra cui possibili diossine e furani), nel caso dei residui delle centrali a carbone e degli inceneritori con il rischio di singole partite con radioattività” (continua)

Quella sera nel porto di Livorno il traghetto Moby Prince...

Non c'era nebbia quella sera, la petroliera era ancorata in uno specchio di mare proibito, c'erano in rada 5 navi militarizzate statunitensi in rientro dalla guerra del Golfo, i passeggeri del traghetto Moby Prince non furono soccorsi con tempestività, anche perchè il comandante della petroliera richiamò i soccorsi sulla petroliera stessa, la capitaneria di porto non disponeva di un radar ecc.
Clicca qui la prima parte, la seconda parte e la terza parte delle risultanze della Commissione parlamentare sulla tragedia della notte tra il 10 e l'11 aprile 1991 in cui morirono 140 passeggeri e marinai.

Gli inceneritori nuocciono alla salute?

Indagine sulla salute dei residenti in relazione all’esposizione alle principali fonti di inquinamento atmosferico realizzata dal Cnr. Conclusioni? Gli inceneritori nuocciono alla salute. Clicca qui

martedì 23 gennaio 2018

Di Maio taglia la testa al toro Perino.


Si narra di un toro tanto invadente che un giorno infilò la testa in una giara dalla quale non riuscì più a uscire. Il padrone del toro, un uomo molto avaro, non volendo rompere la giara per liberare l'animale, chiese consiglio a un amico. Questi non trovò altra soluzione se non quella di tagliare la testa al toro, salvando in tal modo la giara. Alla stessa stregua si sta comportando Di Maio. Salvo aggiornamenti dell’ultima ora, inaspettatamente il programma del M5S, infatti, non contiene il blocco delle grandi opere Tav (Valsusa e Terzo Valico). Perciò è evidente che i Comitati non faranno campagna elettorale a favore dei grillini. Anzi. Il proselitismo era una intenzione ma non una decisione condivisa in quanto è forte all’interno dei Comitati No Tav l’area anarchica e astensionista. A questo punto il clamoroso voltafaccia ha tagliato la testa al toro. La giara sarebbe il voto moderato che dovrebbe garantire l’accondiscendenza dei grandi organi di informazione. Il sacrificio dell’appoggio del Movimento (il toro) si dimostrerà un calcolo azzeccato?

Clicca qui Corriereal "Di Maio taglia la testa al toro Perino"
Clicca qui Agora Magazine "Delusi i comitati No Tav da Di Maio, non faranno campagna elettorale per i grillini"
Clicca qui Repubblica.it
Clicca qui Il Giornale di Brescia "I No Tav, i voti e il programma di Di Maio"

Lune Storte a Collegno.


E’ il tradimento del Referendum da parte di tutti i partiti.

“Dobbiamo riportare il tema dell’acqua nell’attuale campagna elettorale, chiedendo a ogni politico e ogni partito di esprimersi su questa questione vitale”: è l’appello di padre Alex Zanotelli (clicca qui).

Le nuove frontiere della geotermia.

Clicca qui Greenreport.it quotidiano per un’economia ecologica. Sul Convegno, un commento di Vittorio Fagioli Rete Nazionale NOGESI: <<Cade a Roma, al convegno dei “venditori di pentole della buona geotermia” anche un altro tabù: il problema della difficoltà /impossibilità di reimmettere i gas incondensabili e quindi che la geotermia non può essere che inquinante! Leggetevi il pezzo allegato: quando mai “i venditori di pentole” hanno dialogato con ENEL? Ora lo fanno perché l’emendamento Tamburrano in Europa ha sconvolto le carte ed hanno bisogno di.. chi se ne intenda! E Montemaggi ha detto che re-immettere i gas incondensabili in Italia (quando sono superiori al 1%) è I M P O S S I B I L E!>>.

Contro l'aggressione turca nei confronti di Afrin in Siria.

Petizione di accademici e attivisti per i diritti umani di tutto il mondo, rivolta alle potenze mondiali affinché intervengano: clicca qui.

Dalla Nigeria alla Val D'Agri: basta VelENI dell'ENI.


È di questi giorni la notizia dell’invio in Nigeria di un contingente dei nostri militari e di mezzi volti all’addestramento di quelli locali, “a difesa dei confini, contro il traffico di uomini e di droga”. Continua a leggere.

Per il Giorno della memoria: il Diario di Anna Frank in simboli.

Una versione fruibile da persone adulte con disabilità che abbiano difficoltà ad utilizzare i testi tradizionali. Un prezioso supporto utilizzabile nelle scuole, nelle biblioteche, ovunque, per rendere accessibile la memoria dell’Olocausto anche a persone ancora troppo spesso ignorate da chi si occupa di comunicazione, informazione, cultura ed editoria (continua...)

Prosegue la Campagna nazionale “CAMBIAMO L’ARIA” con l'appello per chi non votare.


Per contrastare il Piano nazionale di incenerimento contenuto nella Legge 133/2014 e nel Decreto attuativo del ministro ambiente Galletti. In vista del Terzo Firma Day 24-25 febbraio, clicca qui il comunicato Rifiuti Zero, in cui si ribadisce l’opportunità in questa fase elettorale per il rinnovo del Parlamento di NON VOTARE per le forze politiche che hanno votato nel 2014 A FAVORE della conversione in legge del DECRETO SBLOCCA-ITALIA, voluto e perseguito con forza dal governo di Matteo Renzi e da 278 parlamentari, di cui 224 del PARTITO DEMOCRATICO – 14 di ALTERNATIVA POPOLARE – 13 di CIVICI ed INNOVATORI – 11 di CENTRO DEMOCRATICO – 15 del GRUPPO MISTO – 1 della LEGA NORD i cui NOMI E COGNOMI potete visualizzare da qui https://parlamento17.openpolis.it/votazione/camera/decreto-sblocca-italia-ddl-2629-ar-voto-finale/13731

domenica 21 gennaio 2018

Manifestazione nazionale a Ghedi (Bs) contro le armi atomiche


Clicca qui il resoconto della giornata di lotta a cura di Elio Pagani.

La corruzione Cociv al Tav Terzo Valico.

Clicca qui il video della Guardia di Finanza trasmesso da Presa Diretta Rai Tre.

Incontro con i familiari delle vittime della strage di Viareggio.

Venerdì 26 Gennaio, circolo Arci Barabini di Trasta, (Genova) ore 21:00 proiezione del DOCUFILM "Ovunque Proteggi", parteciperanno Mauro Piagentini, Presidente dell'Ass. "Il mondo che vorrei" ONLUS Massimo Biondelli, regista del documentario, Mauro Ravarino, giornalista, autore del libro "Terzo Valico. L'altra TAV", Riccardo Antonini, il ferroviere reo di aver dichiarato Rfi, poi condannata, colpevole per la strage di Viareggio.

venerdì 19 gennaio 2018

Il candidato presidente di Medicina democratica alla guida dell'elettorato No-Vax.

 
Mentre sono sempre più pesanti le accuse (Clicca qui Il Foglio “L’accusa di Bruxelles: i No Vax uccidono i bambini”), è in corso una raccolta di firme fra i Soci per eleggere Dario Miedico presidente di Medicina Democratica, a sostegno del suo movimento. Alle prossime politiche, infatti, il movimento SiAmo, guidato dall’ex medico radiato dall’Ordine, dovrebbe unirsi con il partito “Governo Etico”, guidato da un free-vax di lungo corso come Franco Tinca. E per completare l’offerta, dallo stesso humus è nato “Valore Umano”, che potrebbe contare sull’ appoggio di un altro dottore prestato alla battaglia contro la legge Lorenzin, Stefano Montanari. Intorno a loro, poi, con altre priorità di governo, si muovono Mario Adinolfi, Giulietto Chiesa e l’ex del M5S, Paolo Del Pin, ognuno con il proprio carro. Insomma, anche la prestigiosa associazione fondata da Giulio Maccacaro farebbe da sponda ad una dozzina di formazioni politiche, nel tentativo di recuperare quel consenso creato attorno alla battaglia contro l’obbligo vaccinale, che già a metà luglio vide a Pesaro sfilare quindicimila manifestanti. Forzando in questo modo anche un recupero di Cinquestelle e Leganord che dopo l’appoggio iniziale si erano intimiditi. La quota no-vax è minoritaria ma peserà sulla campagna elettorale. La raccolta firme per Dario Miedico peserà nei rapporti interni di Medicina Democratica alla vigilia del suo Congresso a Napoli. L’Associazione che fu di Giulio Maccacaro non aveva sposato esplicitamente le tesi di Miedico, evitando al suo presidente il timore di analogo procedimento di radiazione dall’Ordine dei Medici, ma favorendo l’esposizione punitiva di Miedico. Però Pier Giorgio Duca non ha neppure lanciato la candidatura di Miedico che lo sostituisse alla presidenza, quale forte segnale di contestazione al sistema sanitario, al di là del reintegro del radiato. Così, spontaneamente all’interno di Medicina Democratica si è avviata l’iniziativa di raccolta firme, ponendo -si legge nell’appello- finalmente l’Associazione al centro dell’attenzione nazionale quale Movimento di lotta, recuperando la propria vocazione originaria, così come si era presentata con Giulio Maccacaro e Luigi Mara a rivoluzionare nel ‘68 il rapporto con la medicina, la società e la storia, riappropriandosi a pieno titolo della denominazione “Medicina democratica Movimento di lotta per la salute”.

Assunzione obbligatoria dei disabili.

Da gennaio anche per le aziende dai 15 ai 35 dipendenti, in proporzione al numero dei già occupati. Poche le aziende che sono in regola. Da marzo le sanzioni: salate: 153,20 euro per ogni giorno non lavorato dal disabile. Esentate solo le imprese in crisi, edili e trasporti.

"Razza bianca a rischio": leghista ignorante e razzista.

 
Come dimostra la tabella con la Storia genetica dell’Italia: gli italiani sono i più bastardi d’Europa, ovvero con maggior ricchezza genetica: geni provenienti da tutto il mondo, africano e asiatico. Tra un friulano e un siciliano ci sono da 7 a 30 volte differenze genetiche che ci sono tra un portoghese e un ungherese. Altro che razza bianca a rischio.

Chi può, per curarsi, costretto alla sanità privata, anche indebitandosi. Chi non può, attende in coda o rinuncia.


 
Nelle Tabelle: i giorni di attesa per alcune visite specialistiche (record oculistica: 104) e diagnostiche (record mammografia: 142), e le percentuali di ricorso al privato (62,5% !)
Perfino gli interventi chirurgici sono in ritardo: 28,4% in ortopedia, addirittura in oncologia: 14,3%. Per una cataratta o una chirurgia vascolare: anche 12 mesi di attesa. Raccomandazioni e bustarelle per saltare le liste di attesa. Si consideri che 13 milioni di italiani sono in difficoltà economiche e 1,8 milioni sono sotto la soglia di povertà, così 7,8 milioni hanno dovuto utilizzare tutti i risparmi e/o indebitarsi. 
 

La raccolta differenziata in Piemonte non raggiunge l'obiettivo.

 
Nelle tabelle: i dati provincia per provincia. Solo Novara supera il 65 per cento. Alessandria è la peggiore.

La vita degli operai vale zero. (2)

Altre stragi in fabbrica. Clicca qui il commento di Raffaele Guariniello dopo la tragedia alla Lamina di Milano: in governo non fornisce risorse per prevenzione e sicurezza, anzi le taglie, l’Ispettorato Nazionale del Lavoro è ancora sulla carta, in ordine sparso Ministero, Inl, Inps e Inail. Eppure almeno due terzi delle aziende sono irregolari. Se ci sarà ripresa economica aumenterà il trend di morti bianche. Nei primi undici mesi 2017: 2.000 infortuni in più, e più morti : 1.121. In dieci anni le vittime sul lavoro sono state 13.000. Una strage.

La vita degli operai vale zero. (1)

La sentenza cassazione assolve i vertici Pirelli per i morti di amianto. Clicca qui il Comitato per la Difesa della Salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio
 

Ricorso per non pagare due volte la stessa acqua.

Le bollette dell’acqua degli anni 2014, 2015 e 2016 contengono una voce in più. Clicca qui il Comitato Acqua Pubblica di Torino.

Prosegue il viaggio della Carovana NO TAP.

Incontri pubblici con il Movimento NO TAP che da anni in Salento si oppone alla realizzazione di TAP (Trans Adriatic Pipeline) e della Rete Adriatica SNAM che coinvolgerà tutta la dorsale appenninica attraversando territori ad elevato rischio sismico. Il 19-20/1 a Bologna e Minerbio. Tappa conclusiva il 26-27/1 a Milano. Clicca qui.

Solvay, archi azzurri sopra lo stabilimento: residenti in allarme.

Gli impianti sono stati messi in fermata controllata. Sono in corso analisi. Clicca qui.